menu close menu

REGOLAMENTO ESCURSIONI

– L’iscrizione è obbligatoria 7 giorni prima della data della gita.

– Per le gite di due giorni le iscrizioni si accettano fino a due settimane prima della gita per consentire la prenotazione di rifugi e di eventuali pullman.

– Per le gite che prevedono il pernottamento in rifugio o il trasferimento con pullman è obbligatorio il versamento di una caparra che sarà consegnata all’atto dell’iscrizione.

– In nessun caso si accettano: prenotazioni telefoniche e iscrizioni senza il versamento della quota stabilita.

– La partecipazione alle gite è subordinata all’accettazione dei rispetto delle norme contenute nel regolamento CAI e dei programma per consentirne la buona riuscita.

– Alle gite possono partecipare soci e non soci del Club Alpino Italiano, salvo diverse disposizioni dovute alla difficoltà della gita stessa. Per i non tesserati CAI è obbligatoria l’assicurazione.

– Ove indicato vi sarà un tetto massimo di partecipanti ammessi per garantire un adeguato margine di sicurezza nello svolgimento della gita stessa.

– All’atto dell’iscrizione è obbligatorio informarsi preventivamente delle notizie che riguardano: l’orario e il luogo di partenza, l’attrezzatura necessaria e le modalità di svolgimento della gita.

 

SCALA DELLE DIFFICOLTA’

T: Turistica Non richiede particolari doti fisiche se non l’attitudine alla camminata; è adatta a tutti, anche alle famiglie.

E: Escursionistica Richiede una minima esperienza in montagna e allenamento alla camminata.

EE: Escursionisti Esperti richiede esperienza in montagna, passo sicuro ed assenza di vertigini, buon allenamento alla camminata ed attrezzatura adeguata.

EEA: Escursionisti Esperti con Attrezzatura richiede una buona preparazione fisica e mentale, attrezzatura adeguata per percorsi su roccia attrezzati artificialmente.

A: Alpinistica richiede un buon allenamento fisico e mentale, un’abitudine all’alta quota, alle manovre di corda e all’uso dei materiali (piccozza, ramponi etc.)

 

DIFFICOLTÀ SCI-ALPINISTICHE

Per le ascensioni scialpinistiche vengono usate le sigle della scala Blachàre, che valuta nel suo insieme l’itinerario con riferimento alla capacità tecnica dello sciatore.

Per tutti gli itinerari sono sempre necessarie condizioni di neve sicura, tutti gli sciatori devono indossare l’ARVA ed avere pala e sonda nello zaino.

MS: MEDI SCIATORI Itinerario per sciatore medio (che padroneggia pendii aperti di pendenza moderata).

BS: BUONI SCIATORI Itinerario per buon sciatore (che è in grado di curvare e di arrestarsi in breve spazio e nel punto voluto, su pendii inclinati fino a circa 30°, anche con condizioni di neve difficili).

OS: OTTIMI SCIATORI Itinerario per ottimo sciatore (che ha un’ottima padronanza dello sci anche su terreno molto ripido, con tratti esposti e passaggi obbligati).

MSA: MEDI SCIATORI ALPINISTI

BSA: BUONI SCIATORI ALPINISTI

OSA: OTTIMI SCIATORI ALPINISTI

L’aggiunta della lettera A indica che l’itinerario presenta anche caratteri alpinistici (percorso di ghiacciai, di creste, di tratti rocciosi, a quote elevate, ecc.). In questo caso occorre attrezzatura adeguata (corda, piccozza, ramponi, ecc.) e conoscenza del suo uso, specialmente per quanto riguarda il recupero dai crepacci.

Aggiungendo ad ognuno di questi gradi il segno più (+) o meno (-) accanto alla sigla (es. BSA+) si ottengono i gradi intermedi.

 

VIE FERRATE

F:            Facile Percorsi ideali per escursionisti che vogliano avvicinarsi al mondo dei sentieri attrezzati.

D:           Difficile Percorsi per escursionisti, da effettuarsi ben allenati ed equipaggiati.

I:             Impegnativa Percorsi per escursionisti esperti, con buona esperienza, da effettuarsi ben allenati ed equipaggiati.

E:            Esperti Percorsi riservati esclusivamente ad escursionisti molto esperti, in possesso anche di conoscenze ed esperienze alpinistiche. Da percorrersi equipaggiati correttamente.